COME RICONOSCERE UN NARCISITA MANIPOLATORE?



Chi soffre di un disturbo narcisistico della personalità manifesta una forma di egoismo profondo di cui non è consapevole e che, dal punto di vista clinico, nasconde una grave difficoltà nel coinvolgimento affettivo. Per formulare questa diagnosi gli psichiatri e gli psicologi si basano su cinque caratteristiche precise, che le persone affette dal disturbo narcisistico manifestano in situazioni e relazioni diverse:

  1. Ua percezione esagerata del proprio valore

  2. La convinzione di essere speciali e superiori

  3. Una modalità predatoria di rapportarsi al mondo, in cui lo scarso impegno personale è unito alla pretesa di ricevere più di quello che si dà

  4. La certezza di un’insindacabile supremazia che autorizza a usare gli altri per raggiungere i propri scopi, senza provare alcun rimorso

  5. L’incapacità di identificarsi con la sofferenza di chi si ha di fronte.

Le persone che soffrono di questa patologia occultano dietro l’esagerata valorizzazione di sé una MANCANZA DI EMPATIA e l’impossibilità di immedesimarsi nei vissuti degli altri (che considerano passibili di qualsiasi sopruso), sono convinti che tutto sia loro dovuto e diventano sprezzanti e crudeli quando questo non si verifica. Il loro indiscutibile senso di diritto unito alla mancanza di sensibilità sfocia nello sfruttamento e nell’abuso.

(Carla Musio psicologa)


Io aggiungo che se domandate ad un narcisista cosa sia un comportamento empatico o essere più empatico non saprà trovare risposta, non saprà definire bene cosa significhi EMPATIA, però sarà attratto da tutte quelle persone che in qualche modo sono più empatiche e sensibili. Inoltre man mano inizierà a mostrarsi per ciò che realmente è... inizierà a non essere in accordo più con voi, anche sulle cose in cui prima lo eravate, inizierà a criticare, a denigrare, cercherà di farvi sentire il più possibile inutili, incapaci, in ogni modo in difetto, vi indicherà/consiglierà di modificare qualcosa del vostro carattere perchè facendolo migliorate voi stesse e così migliorerete il modo esterno, ma lui rimarrà sempre lo stesso o farà cambiamenti minimali giusto per far vedere lo "sforzo immane" che ha messo all'interno del rapporto ergendosi a migliore di voi, senza rimorsi. In ogni modo voi risulterete sempre e cmq in difetto.


Solitamente i Narcisisti vengono divisi in due categorie: i NARCISISTI OVERT ( i manifesti) e i NARCISISTI COVERT (i nascosti). Mentre il Narcisista manifesto (OVERT) mostra un sé grandioso, vuole stare sempre al centro dell'attenzione, ha un'altissima autostima e non accetta le critiche, insomma, lo si riconosce facilmente, il Narcisista nascosto (COVERT) è difficile da identificare, in quanto spesso sembra una persona molto timida, ansiosa, con una bassa autostima e una elevata sensibilità alle critiche.


Quali sono gli elementi che consentono di riconoscere un narcisista manipolatore?


Al fine di identificare un narcisista manipolatore e’ indispensabile riconoscere alcune sue caratteristiche peculiari tra cui si annoverano:


  1. Reazioni amplificate rispetto a qualunque situazione che arreca fastidio fino a determinare comportamenti violenti.

  2. Appare amabile ed educato in pubblico mentre nel privato mostra aggressivita’, violenza e svalutazione verbale e fisica.

  3. Le sue reazioni sono imprevedibili poiche’ non e’ possibile comprendere cosa e quando possa dare fastidio, per cui la sua presenza genera un continuo stato di allerta e di tensione in chi gli sta vicino.

  4. Non si assume la responsabilita’ e quando sbaglia attribuisce gli errori ad altri.

  5. Ha ben chiaro gli obiettivi che vuole raggiungere e le modalita’ con cui conseguirli.

  6. Il suo punto di vista e’ unico ed indiscutibile e pur di mantenerlo tale mette in discussione e non accetta le opinioni altrui anche se motivate.

  7. Ricorre al ricatto in modo diretto o indiretto.

  8. Non e’ chiari nell’esprimere le sue opinioni e si aspetta che gli altri le comprendano come se dovessero ricorrere alla lettura del suo pensiero.

  9. Cambia idea quando comprende che non e’ piu’ utile per conseguire i suoi obiettivi.

  10. A seconda delle situazioni cambia opinioni e comportamenti in modo opportunistico.

  11. Non si mette in gioco e strumentalizza le persone per esprimere le sue idee.

  12. E’ molto volubile ma non accetta che lo siano anche gli altri.

  13. E’ permissivo con se stesso ma rigido ed intollerante con le persone vicine rispetto alle quali non tollera gli errori poiche’ si aspetta che siano perfetti.

  14. E’ critico rispetto a tutto e tutte le persone mettendo in dubbio capacita’ e competenze altrui.

  15. E’ insicuro, preferisce frequentare sempre le stesse persone e gli stessi ambienti poiche’ allontanarsi da modelli e relazioni conosciute non gli consente di controllarle.

  16. Sminuisce e svaluta gli altri per compensare la sua insicurezza.

  17. Considera le persone ignoranti ed incompetenti per sottolineare la sua superiorita’.

  18. Sfrutta le relazioni amicali, familiari e di coppia per il suo tornaconto personale.

  19. Non ascolta e dice bugie.

  20. Interpreta la realta’ per ottenere un suo tornaconto.

  21. Controlla e limita la liberta’ di scelta delle persone con cui entra in contatto ed ha una relazione.

  22. Si spaccia per vittima quando ha bisogno della compassione altrui.

Per una mia esperienza personale, una persona narcisistica non è necessario che manifesti tutti quanti i requisiti, può averne anche più di uno, di fatto è che più si riscontrano molte caratteristiche in una persona più questa è probabile abbia questo disturbo di personalità.

Ognuno di noi ha in sè almeno uno di queste caratteristiche sopra elencate più o meno accentuato, ma tanto più la caratteristica è marcata, tanto più è meglio starne alla larga.

Una persona narcisistica patologica a mio avviso, può presentare strada facendo, quando una quando l'altra delle caratteristiche non per forza tutte nello stesso momento.


Se la persona che abbiamo difronte è incline ad ascoltare, capire e comprendere i nostri punti deboli accoglierli, aiutarci e starci accanto, NON stiamo parlando di un narcisista, per di più manipolatore pur avendo in sè alcune delle caratteristiche sopra descritte.


Se poi si parla di un OVERT dobbiamo fare attenzione ai suoi lati caratteriali, dove in questo caso sarete voi al centro del tutto e non lui come nel narcisista COVERT ... fare attenzione se inizialmente si ha la sensazione di percepire la cosa come perfetta, fin troppo perfetta, mai un errore, discreto nei modi, sembra particolarmente attento e rispettoso, rasenta quasi una forma di (empatia), disponibile, comprensivo... dovete fare attenzione alla coerenza se questa risulta mancante totalmente o in parte...ma questa ultima la vedrete solo più avanti, inizialmente risulterà tutto molto perfetto.


Quando parlo di aiutare mi riferisco all'aiuto emotivo e non fisico, perchè può succede che per ottenere i suoi scopi possa mettere a disposizione vostra parte o tutto il suo tempo, proprio a far vedere quanto lui sia perfetto ai vostri occhi. Ora non consideriamo per assoluto questa caratteristica, farsi aiutare ed aiutare fa piacere a tutti, diciamo cercate di fare attenzione alle modalità dell'aiuto se sono indipendenti, disinteressate o meno,se ve le rinfaccerà più avanti o meno, se ve lo farà notare o no.


PIU' CARATTERISTICHE TROVATE E PIU' VI E' LA POSSIBILITA' CHE ABBIATE DAVANTI UNA PERSONA AFFETTA DA NARCISISMO, BISOGNA ESSERE ATTENTI, CAUTI E USARE IL BUON SENSO SENZA INCORRERE IN ERRORI MADORNALI CHE VI POSSONO POI COSTARE LA RELAZIONE O L'AMICIZIA



I narcisisti manipolatori sono tutti uguali o esistono differenti tipologie?

  1. Il dominatore e il dispotico: si riconosce perche’ e’ una persona arrogante e dispotica, critica tutti e si caratterizza per un atteggiamento autoritario. Umilia le persone con cui si relaziona fino a che queste non si espongono piu’ per paura delle sue reazioni. E’sicuro che il suo punto di vista e’ unico ed assoluto, non ha alcun riguardo verso gli stati d’animo e la vita altrui. Non rispetta le regole che valgono per gli altri ma non per lui.

  2. Il simpatico: e’ una persona in grado di tenere una conversazione gradevole, vuole stare al centro dell’attenzione e usa la manipolazione ricorrendo allo scherzo e all’ironia per mettere in imbarazzo le persone che lo circonda.

  3. Il profilo basso: e’ la tipica persona che appare incapace di risolvere le situazioni e che delega agli altri la loro risoluzione. Non si espone mai e cerca di spingere altri a compiere azioni che sa essere scorrette o pericolose.

  4. Il profeta: crede di saper prevedere quello che accadra’ pur non avendo elementi reali su cui fondare tale previsione, non accetta elementi della realta’ diversi da quelli che prende in considerazione. Ha una alta opinione di se’ per evitare di adattarsi e prendere in considerazione le decisioni altrui.

  5. Il seduttore: si distingue per avvenenza fisica e modi gradevoli ed affascinanti, a volte per buona posizione sociale e professione. Fa leva sul proprio fascino per manipolare altri ad aderire alle proprie richieste.

  6. Il generoso: e’ un apparente altruista, disponibile con tutti senza mai chiedere nulla. Il problema si solleva quando si aspetta di essere ricambiato poiche’ ha agito in modo apparentemente disinteressato, maturando aspettative di reciprocita’. La vittima del narcisista manipolatore generoso avra’ molta difficolta’a liberarsi poiche’ non sara’ semplice arginare il senso di colpa indotto dal dovere di contraccambiare.

  7. Il colto: e’ un affabulatore e monopolizza la conversazione per fare colpo sugli altri. Fa leva sull’ignoranza altrui per rafforzare la propria immagine di persona colta e non esita ad esibire i titoli di studio e le conoscenze al fine di umiliare l’altro. Alla base vi e’ sempre una profonda insicurezza e una bassa stima di se’.

  8. L’esplosivo: manifesta significative reazioni d’ira poiche accumula dentro di se’ emozioni e sensazioni che si stratificano e diventano insostenibili quando si trova ad affrontare situazioni per lui insostenibili. Ansia , paura, senso di inferiorita’ lo spingono a cercare un capro espiatorio su cui sfogarsi senza chiedere poi mi scusa.

  9. L’indifeso: si spacciano per essere debole ed indifeso, bisognoso di aiuto e si aspetta che gli altri si prendano cura di lui e risolva gli errori che ha commesso a causa della mancanza di senso di responsabilita’ nel fare le proprie scelte.

  10. Il dipendente: utilizza gli altri come appendice di se’, immaginando che siano sempre a sua disposizione per soddisfare le sue richieste e si aspetta che sia l’altro a comprendere i suoi bisogni e ad avvicinarsi a lui.

  11. Il malato: durante l’infanzia o adolescenza ha vissuto una condizione di malattia della quale ha compreso i vantaggi secondari per mantenere i familiari legati a lui in uno stato di apprensione. Da adulto utilizza sempre il suo stato di salute per attirare l’attenzione e per mantenere il controllo sulle azioni e le decisioni altrui, generando sensi di colpa in chi gli sta vicino in modo tale da non sentirsi mai abbandonatio

  12. I seminatori di discordia: trascorrono il loro tempo nel capire come conseguire i propri risultati attraverso il mentire e generare discordia tra le persone che conoscono. Di solito tale tipo di manipolazione si verifica prevalentemente tra donne.

  13. Il perverso: non prova mai senso di colpa e tratta le persone come oggetti. Sente il bisogno di sminuire al fine di aumentare la propria autostima. Ha bisogno di ottenere ammirazione e approvazione e per raggiungerli non ha alcun rispetto per chi gli sta vicino

Ognuno di noi dentro di se ha un po' di narciso, ma bisogna vedere e identificare in che percentuale questa si presenta, in che modalità e se come detto in precedenza racchiude molte delle caratteristiche riportate in alto. Non si può fare di tutta un'erba un fascio ed è bene fare attenzione a chi abbiamo difronte prima


di incorrere in errore. Se in ogni modo avete dei dubbi, un cosiglio è quello che oltre di informarsi bene, di sentire il parere di uno/a psicologa adatta, se vi può aiutare parlatene con un'amica/o vi aiuterà a sfogarvi se non altro.


TALE PATOLOGIA SE BEN RADICATA NON CAMBIERA' ANDANDO AVANTI NEL TEMPO.

logo.png